Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed

Il modello CUD si arricchisce di nuovi dati e destinatari. A partire dal 2015 infatti, per permettere al Fisco di inviare le dichiarazioni precompilate, i sostituti d’imposta dovranno inviare esclusivamente per via telematica all’Agenzia delle Entrate, i dati reddituali di dipendenti, collaboratori, associati in partecipazione, lavoratori autonomi, secondo lo schema di certificazione predisposto dal ministero.

 

 Le novità rispetto allo scorso anno sono rilevanti: la certificazione andrà consegnata al lavoratore entro il 28 febbraio E inviata all’AdE entro il 9 marzo (la scadenza sarebbe il 7, ma cade di sabato); anche per i lavoratori autonomi andrà utilizzata la CU – finora la certificazione dei compensi era in formato libero – e andrà inviata all’AdE.

In caso di ritardo nell’invio o errata comunicazione è prevista la sanzione di € 100,00 a carico del sostituto d’imposta.